FFsaga.it

Il sito di riferimento per i fan di Final Fantasy

Multiplayer.it intervista Naoki Yoshida riguardo Final Fantasy XVI

Vincenzo Lettera di Multiplayer.it ha condotto un’intervista con Naoki Yoshida, allo scopo di saperne di più sul nuovo capitolo in produzione della saga, Final Fantasy XVI. Qui sotto ne riassumiamo i punti salienti.

Party sì o no?

E’ dalla pubblicazione dell’ultimo trailer che serpeggia un sospetto tra i fan, ovvero che Final Fantasy XVI sia un JRPG senza party. Yoshida ha smentito, spiegando che, nonostante dal trailer possa sembrare così, Clive Rosfield, il protagonista di Final Fantasy XVI, avrà al suo fianco diversi compagni, ognuno dei quali con un proprio arco narrativo e una storia personale da scoprire.

Trova conferma invece l’ipotesi di Clive unico personaggio controllabile. Avendo Final Fantasy XVI un sistema di combattimento basato sull’azione in tempo reale, Yoshida ritiene che i compagni controllati dall’IA daranno ai giocatori la possibilità di concentrarsi di più sul controllo del protagonista. Potremo tuttavia possibile dare ordini al cane che accompagna Clive. Non è chiaro quanto potremo interagire con i compagni di Clive (equip, abilità, ecc.).

Combattimento

Come detto in precedenza, del combattimento si occupa Ryota Suzuki, che ha lavorato su Devil May Cry 5 e, in particolare, su Dragon’s Dogma. Naoki Yoshida menziona alcune case di produzione da cui ha preso ispirazione, senza nominare i giochi specifici, anche se possiamo immaginarli: From Software, Platinum Games e, ovviamente, Capcom.

Si tratta di un titolo ancora più action del suo predecessore, ma non solo. Alcune battaglie saranno collegate tra loro, portando quindi Clive (e compagni, si spera) ad iniziare un combattimento contro pochi semplici nemici e proseguire contro nemici sempre più potenti, senza sosta.

LEGGI ANCHE  Anteprima di Final Fantasy XIII

Tanti Eikon per Clive

Contrariamente a quanto sembrerebbe a prima vista, Clive potrà utilizzare più di un Eikon, equipaggiandoli e scambiandoli come si farebbe per un’arma. Il massimo potere di un Dominante, però, deve essere quello di potersi tramutare nell’Eikon stesso. Abbiamo avuto modo di vedere degli spezzoni di battaglie tra Eikon nel trailer e Yoshida definisce queste come le battaglie più imponenti e caratteristiche di Final Fantasy XVI. Si tratta di scontri completamente diversi l’uno dall’altro.


Potete trovare l’intervista completa su Multiplayer.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.