FFsaga.it

Il sito di riferimento per i fans di Final Fantasy

Recensione di Final Fantasy VII: Dirge of Cerberus

Sono assati solo 7 mesi da quando Dirge Of cerberus è uscito in Giappone, e sul territorio americano arriva un gioco che, pur portando lo stesso nome, Final Fantasy VII: Dirge Of Cerberus, si mostra notevolmente differente a chi ha avuto l’occasione di provare la versione giapponese. Iniziamo con ordine. FFVII:DC rappresenta la prima “uscita” ufficiale della saga di Final Fantasy dai confini dei GDR. Esperimento sicuramente interessante e curioso. Peccato che in Square si siano impegnati per rovinare il tutto. Una grafica come sempre di buon livello colpisce subito il giocatore, Vincent si muove abbastanza fluidamente in un mondo graficamente bello ma abbastanza ripetitivo e piatto (scordatevi la Midgar di FFVII). Le situazioni proposte sono sempre le stesse: impugna l’arma, avanza nel livello (quasi sempre costituito da una successione di camere sullo stesso piano, senza un minimo di esplorazione, enigmi o simili) incontra il gruppo di nemici, prendi la mira (esperienza frustrante in certi casi), spara, uccidili tutti, potenzia la pistola e si ricomincia. Situazione peggiorata dall’intelligenza artificiale dei nemici, assolutamente pessima, al limite del ridicolo. Tutto questo si ripete alla noia dall’inizio alla fine dell’avventura con pochissime divagazioni, zero originalità. Ripetitività e banalità sono sinonimi di noia e frustrazione in questo gioco, dopo poco incomincerete a chiedervi quale necessità avesse la Compilation of FFVII di questo gioco. Nessuna aggiunta quanto a trama, nessuna paricolare rivelazione sul passato dei protagonisti, nessuna scena particolarmente memorabile… mera e meschina operazione puramente commerciale? Forse. Dico forse perchè la Square ha fatto di tutto per migliorare un progetto che nasceva forse male sin dall’inizio. Quando all’inizio sottolineavo i cambiamenti rispetto alla versione giapponese del gioco intendevo che c’è veramente un abisso tra il gioco distribuito su territorio americano e nel sol levante. Il grado di difficoltà, assurdo nella versione JAP, si è generalmente molto abbassato. Vincent è stato reso più veloce, più agile e più abile con la pistola. Infatti ora la scomoda capriola laterale è stata sostituita con un più pratico scatto, mirare risulta poco più facile (seppure rimanga un’esperienza frustrante) e Vince eseguirà tutte le proprie movenze tipiche molto più velocemente e agilmente di prima. Basta questo a rendere Dirge Of Cerberus un buon gioco? No, ovviamente no. Si apprezza lo sforzo, ma DC era e rimane un mediocre sparatutto, assolutamente mediocre tecnicamente (solo la grafica lo salva in questo senso) e tenuto su unicamente dal cast di personaggi (a partire da Vince, vedremo, a voltefugacemente, tante vecchie conoscenze) e dall’appeal che il nome Final Fantasy VII ha e avrà sempre sui fan. Non manca ormai molto all’uscita europea del gioco, e come in USA anche da noi verrà tagliata la modalità online che per pochi mesi è stata attiva in Giappone, prima che anche li venissero chiusi i server. Square dice che la causa è la scarsa diffusione dgli HD per PS2, ma la domanda, legittima, che noi appassionati ci facciamo è: ma a cosa serve l’HD per giocare online s DC? Domanda tanto legittima quanto senza una risposta.

Non mi resta che trarre le conclusioni, amici appassionati di Final Fantasy. Dirge Of Cerberus può interessare solo chi proprio non può resistere davanti al marchio FFVII, ma scommetto che nessuno degli appassionati potrà fare a meno di restare male innanzi alla pochezza di questo gioco, mediocre sotto tutti i punti di vista, nessuno escluso. DC è assolutamente un titolo S.P.A: Solo Per Appassionati.

Trama: 5,5
Poco o niente

Gameplay: 4,5
Piatto e ripetitivo

Longevità: 5
Prima finisce e meglio è.

Grafica: 8
Unica lode a questo gioco

Musiche: 6
Qualcuno ha visto in giro Nobuo Uematsu?

Voto Complessivo: 5,5
Davvero difficile pensare che Vincent sia lo stesso che ci affascinò anni e anni orsono in Final Fantasy VII. Questa se la potevano risparmiare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *