Il sito di riferimento per tutti i fans di Final Fantasy

Final Fantasy X

MENU

Presentazione:

Lasciate che l’alba sorga e che un ragazzo apra gli occhi per iniziare un’avventura che sa di sogno e di confusione: assisterete ad una partita di calcio acquatico, vedrete l’orrore dipingersi sul suo volto e conoscerete la potenza di Sin, verrete risucchiati via… assieme ad una persona che vi conosce da tanto, eppure vi tiene per il collo e non ha battuto ciglio, prima, quando stavate per morire…
Non avrete altra scelta: urlerete con Tidus.
Final Fantasy X si presenta come un qualcosa di fieramente audace, non soltanto per le innovazioni, ma anche per la sua storia, che sfruttando i toni dolenti di un affascinante Ulisse biondo, vi stregherà con un tono solenne e regale, un po’ triste ed un po’ felice…
Proprio come a suo tempo la saga si fece conoscere con Final Fantasy VII, che mostrava un mondo straziato dallo smog e dal capitalismo, FFX si occupa proprio del dissidio tra tecnologie e tradizioni, infatti, non a caso, si tratta del primo capitolo della saga che gira esclusivamente su PlayStation2. Ricordate come sembrava fantascientifica con le sue opzioni per vedere i dvd ed ascoltare i cd? Naturalmente, le aspettative erano molto alte.

La storia

Il gioco inizia con un ragazzo biondo,. il cui nome ci verrà svelato in seguito, che si alza, lasciando i compagni attorno ad un fuoco acceso da tanto tempo e la telecamera lo segue con lentezza, come per comunicarci la difficoltà di quel momento. Ricorderete a lungo le sue parole… e questo significa che tutto quello a cui noi assistiamo, fino a che il personaggio non torna su quel promontorio è solo un racconto che il personaggio ci offre, perché anche lui ha voglia di ricordare prima della fine… ed in questo arco di tempo, sentiremo spesso i suoi commenti fuoricampo. Quando ci ritroviamo nei panni di Tidus, iniziamo a capire che è la stella, è la star! E’ bello! E’ forte! E’ il più grande blitzer di tutti i tempi! E’ biondo con gli occhi azzurri, è il massimo, il top!! E’ semplicemente fantastico… e dimentichiamo in fretta l’immagine triste di prima: ci ritroviamo in una metropoli, tentando di capire cosa sta dicendo la voce fuoricampo e ci chiediamo perché Tidus inveisce contro quel manifesto.
Che strano personaggio, viene quasi da pensare… e subito, un mocciosetto con il cappuccio dice qualcosa di sarcastico e fastidioso, ma Tidus scuote la testa e va avanti, firma un sacco di autografi e poi raggiunge lo stadio. Parte il filmato e qualcosa, una balena troppo cresciuta con una pinna, si avventa contro la città di Zanarkand, la città tecnologica, la città che non dorme mai e conosce il fuoco del tramonto. E Tidus non è pronto, Tidus non sa niente di niente! Ha paura, è arrabbiato… e qualche minuto dopo, viene risucchiato via… assieme a quel tizio che lui conosce e che lo conosce, ma che è diverso dal solito! E si risveglia in alto mare… e la sua storia ha inizio. I primi che incontrerà saranno una ragazzina bionda dagli occhi strani ed un coach dai capelli rossi e l’accento americano, presto si ritroverà a Besaid di fronte all’invocatrice, che per completare il suo viaggio ha bisogno dei guardiani: guerrieri che la proteggano, amici che l’aiutino.
E mentre il racconto acquisterà toni amari, voi ne sarete affascinati e vi sembrerà una storia molto dolce. Purtroppo se vado avanti, svelo troppo… posso solo dirvi che è Sin a minacciare Spira e che il suo nome in inglese significa peccato.

Copyright © FFsaga.it 2001-2019 | Tutti i diritti riservati | Sito a cura della Basilsoft